Facebook Twitter LinkedIn
 
Origini del trattamento cenni storici

Origini del trattamento cenni storici

“Halos” in greco vuol dire sale.

L’haloterapia è un trattamento terapeutico che sfrutta i benefici derivanti dalla respirazione di Sale Puro Micronizzato (cloruro di sodio) cioè di sale medicale di roccia purissima.

I monaci nel medioevo portavano i malati nelle grotte di sale e lasciavano che respirassero particelle generate dalla rottura delle stalattiti. Nel XIX secolo questo trattamento ebbe un picco di popolarità osservando che i minatori delle grotte di sale in Polonia presentavano una drastica riduzione, rispetto alla restante popolazione, delle patologie polmonari e respiratorie in genere.

I primi studi scientifici sul microclima delle grotte di Sale sono da attribuire al fisico polacco Felix Bochkowsky che nel 1843 stabilisce l’importanza delle caratteristiche di grandezza e leggerezza delle molecole di sale. Infatti è solo rispettando certi parametri, scientificamente dimostrati, che si possono avere benefici sulla salute.

Il Dott. Boczkowski decise infatti di approfondire quelle che fino ad allora erano state solo intuizioni e capì che gli effetti curativi delle miniere erano dovuti ai microelementi presenti nell’ambiente, alla loro dimensione, concentrazione, temperatura e umidità. Parametri questi, ritenuti oggi fondamentali per un trattamento haloterapico di qualità.

Dalle  prime ricerche, l’haloterapia ha avuto una diffusione sempre più ampia fino ad accreditarsi come terapia medica ufficialmente riconosciuta in numerosi paesi dell’est Europa. Ulteriori sperimentazioni sono in corso per il suo accreditamento in tutti i paesi della CEE.

Il trattamento nella Grotta di Sale è scandito da dettami scientifici ben definiti. È importante avere la certezza che il generatore sia in grado di micronizzare  alla grandezza inspirabile le particelle e che l’ambiente e il trattamento dell'aria siano gestiti nei giusti modi.